Homepage
Benvenuto Ospite
Petizioni
Menu principale
Riflessioni
LA LINGUA NON HA OSSA, MA RIESCE, SE VUOLE, A ROMPERTI BENISSIMO LE OSSA.

QUANDO NON SI HA QUELLO CHE SI AMA,BISOGNA AMARE QUELLO CHE SI HA.

IL GIOVANE CAMMINA PIU' VELOCE DELL'ANZIANO, MA L'ANZIANO CONOSCE LA STRADA.

L'AVARO ACCUMULA CON SUDORE CIO' CHE UN GIORNO DOVRA' LASCIARE CON DOLORE.

CHI POCHI SOLDI TI HA RUBATO IERI,DOMANI TI VUOTERA' CASSE E FORZIERI.

IL SAGGIO NON DICE TUTTO CIO' CHE PENSA, MA PENSA TUTTO CIO' CHE DICE.
Appuntamenti

REFERENDUM 2011

DA RICORDARE









Accadde oggi

Menu Categorie
Contenuti
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line


Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai un account?
REGISTRATI.



Questa è la Categoria: Cronaca
Di seguito trovate gli articoli pubblicati per questa Categoria.


Cronaca

Cronaca : APERTURA DELLA CACCIA Stampa la pagina |
Inviato da : Guido Gagliani Caput  Domenica, 19 Settembre 2010 - 14:22
News CACCIATORE FERITO.....

...non sarà stato il FAGIANO? FINALMENTE!
Guarisca presto e metta in custodia il fucile.
Auguri.


  Scrivi un commento
 
 
 
Cronaca : Finanziaria: Un odioso balzello al giorno Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Lunedì, 13 Novembre 2006 - 10:37
News SALE IL TICKET DEL PRONTO SOCCORSO

da sinistra: Padoa Schioppa Prodi e Visco Aumenta di 4 euro il ticket del pronto soccorso previsto dalla Finanziaria. E non si applicherà solo ai codici bianchi, che non hanno alcuna urgenza, ma anche alle richieste di assistenza catalogate con il codice verde, cioe' di media urgenza, da affrontare entro le due ore.

La novità è prevista da un emendamento alla Finanziaria presentato dal governo e riguarda gli assistiti "non esenti" ai quali facevano gia' riferimento le norme originarie.

Il costo del ticket di pronto soccorso sale da 23 a 27 euro, ma saranno esentati gli assistiti di età inferiore ai 14 anni. Il riferimento al codice bianco e' invece stato esteso. E ora si parla di "codici bianco e verde, ad eccezione di quelli afferenti al pronto soccorso a seguito di traumatismi ed avvelenamenti acuti".

Un altro piccolo aiuto ai cittadini con lavori precari e stipendi da mille euro in giù al mese




  
 
 
 
Cronaca : In Iraq l'8 per mille destinato all'arte Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Venerdì, 10 Novembre 2006 - 17:53
News

Il contributo dato dai cittadini nella dichiarazione dei redditi per la cultura e il sociale è servito a finanziare la missione militare

Giulia Maria Crespi presidente del FAI (Fondo per l'ambiente italiano) aprendone il convegno nazionale dichiara: «Sono rimasta strabiliata che l'8 per mille dato dai cittadini italiani per l' arte, la cultura e il sociale sia andato in gran parte per la guerra in Iraq e solo una minima parte per la fame nel mondo». «A rivelarmelo - aggiunge - è stato Enrico Letta il quale a suo tempo lo aveva riferito in una conferenza stampa ma era stato riportato solo in un trafiletto di giornale»

L'ex vice ministro Vegas conferma che l'8 per mille originariamente doveva essere devoluto tutto agli aiuti al terzo mondo e alla cultura. Poi una parte venne utilizzata per missioni all'estero. E una parte anche all'Iraq. Quanto andò esattamente? Attorno a un terzo, circa 80 milioni.

ce.g.


  
 
 
 
Cronaca : Il Canone RAI sia inserito nelle bollette ENEL Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Lunedì, 06 Novembre 2006 - 11:14
News

Viale Mazzini chiede formalmente al Governo che il canone radioTv sia infilato nelle bollette elettriche degli italiani, per rastrellare 600 milioni di euro in più ogni anno.
I consumatori: un furto


Roma - Se ne parlava da tempo ma ora è ufficiale: il Consiglio di Amministrazione della RAI ha chiesto al Governo e in particolare ai ministri delle Comunicazioni e del Tesoro, di rivoluzionare il pagamento del canone annuale. L'idea è di suddividere la quota in più parti, da integrare ad ogni bolletta ENEL. In questo modo, assieme alla corrente elettrica gli italiani, secondo la RAI, pagheranno i servizi della radiotelevisione pubblica "a rate".

Che la proposta sia ufficiale lo ha confermato in un'intervista a IlSole24Ore il consigliere RAI Angelo Maria Petroni ma ne aveva parlato recentemente anche il direttore generale della RAI Claudio Cappon. A quanto pare un documento che articola questa idea è stato già trasmesso al Governo: che avvenga ora non è un caso, in quanto si sta per ridefinire il contratto di servizio tra RAI e Stato. Ed è di questi giorni la dichiarazione del ministro alle Comunicazioni Paolo Gentiloni secondo cui sono necessari nuovi interventi per sconfiggere l'evasione sul Canone.




  
 
Leggi altro...
 
 
Cronaca : Vittorio Emanuele torna libero Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Giovedì, 20 Luglio 2006 - 19:32
News
Revocati gli arresti domiciliari a Vittorio Emanuele

Per l'erede di casa Savoia vige il divieto di espatrio

POTENZA - Il tribunale del Riesame di Potenza ha rievocato gli arresti domiciliari a Vittorio Emanuele, accusato di associazione per delinquere. I giudici, nel loro provvedimento, impongono che per l'erede di casa Savoia vige il divieto di espatrio, così come aveva deciso il gip del Tribunale di Roma, per la tranche dell’inchiesta aperta a piazzale Clodio. «Sono felice. Ora comincia la battaglia vera». Queste le prime parole pronunciate da Vittorio Emanuele di Savoia subito dopo la decisione del Tribunale del Riesame di Potenza. «Ora - ha affermato ancora l'ultimo figlio del Re d'Italia - potrò dimostrare l'infondatezza delle accuse nei miei confronti». «Per quello che seguirà adesso - ha aggiunto il principe - ho piena fiducia nella giustizia italiana e la verità, la vera verità, verrà fuori perchè la giustizia, se uno la va a cercare, esiste».«La soddisfazione è massima - ha detto Giulia Bongiorno, legale del principe - sapevamo di avere delle buone speranze, anche perchè c'erano tutti i presupposti per l'accoglimento, ma un avvocato deve sapere prevedere, ma non avere mai certezze. Ora, devo ancora informare Emanuele Filiberto, che sará felicissimo della decisione del tribunale, l'aspettava con ansia».




  
 
Leggi altro...
 
 
Cronaca : Vittorio Emanuele lascia il carcere Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Sabato, 24 Giugno 2006 - 14:32
News
Il gip: «Ha ammesso le tangenti e i "pacchetti" con le prostitute. Il quadro indiziario risulta ampiamente consolidato e rafforzato»

Il gip di Potenza Alberto Iannuzzi ha concesso ieri gli arresti domiciliari al principe Vittorio Emanuele. La decisione era attesa con molto ottimismo dai legali del principe, dopo il parere favorevole alla richiesta di scarcerazione espresso dal sostituto procuratore di Potenza Henry John Woodcock.




  
 
Leggi altro...
 
 
Cronaca : Vittorio Emanuele, 4 ore di interrogatorio Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Martedì, 20 Giugno 2006 - 16:42
News
Il suo avvocato: «Ha risposto con fermezza e precisione».

POTENZA - Ascoltato per oltre quattro ore. L'interrogatorio di Vittorio Emanuele di Savoia si è concluso intorno alle 15, quando il gip Alberto Iannuzzi e il pm Henry John Woodcock, titolari della maxi inchiesta che ha portato all'arresto di 13 persone, hanno lasciato il carcere di Potenza. In precedenza era stato ascoltato il sindaco di Campione d'Italia, Roberto Salmoiraghi. Il suo legale difensore è uscito dalla casa circondariale senza rilasciare commenti. Quanto a Vittorio Emanuele, la sensazione in mattinata era che si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Un'ipotesi che poi è stata smentita proprio dai fatti, ovvero dalla durata del faccia a faccia con il pm. «Il principe ha deciso di affrontare l'interrogatorio - ha confermato il suo legale, Lodovico Isolabella -. Ha dato ai giudici una serie di elementi su cui si sono trovati a riflettere e su cui rifletteranno». Parlando dell'atteggiamento del suo assistito di fronte ai magistrati, Isolabella ha detto che Vittorio Emanuele ha risposto con «fermezza» e «precisione». L'avvocato ha poi fatto sapere che non è più prevista la visita dei familiari del principe.




  
 
 
 
Cronaca : «Mi sento come Tortora» Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Domenica, 18 Giugno 2006 - 12:07
News

[...] Vuole affidarci un messaggio particolare?
«Un saluto affettuoso a chi in questo momento sta soffrendo per me. E anche un messaggio di fiducia: è vero, tutto questo può accadere a chiunque ed è un dramma ancora più terribile se per esempio non ti chiami in un certo modo, ma se uno è innocente non deve aver paura».

Carlo Vulpio - Corriere della sera


  
 
 
 
Cronaca : Guardie monarchiche del Pantheon, trasferta a Potenza Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Domenica, 18 Giugno 2006 - 11:08
News Si mobilita l'Istituto che da 128 anni vigila sulle tombe dei Savoia
Decine di fedeli al re raggiungeranno Vittorio Emanuele

ROMA - I monarchici che vigilano sulle tombe reali del Pantheon cambiano luogo di guardia: in molti si sposteranno infatti a Potenza, per stringersi attorno a "Sua Altezza Reale" Vittorio Emanuele. Incarcerato, spiegano, sulla base di accuse "infamanti e miserabili".

Cinquemila uomini e donne provenienti da tutta Italia che dimostrano la loro fedeltà ai Savoia sotto la cupola della basilica di piazza della Rotonda, in nome di una tradizione che ha 128 anni. Le guardie sono un vero 'piccolo popolo', che ha deciso di non restare con le mani in mano di fronte all'arresto di Vittorio Emanuele. Dopo il telegramma di solidarietà alla famiglia reale, nella sede dell'Istituto nazionale per la guardia d'onore alle reali tombe del Pantheon è scattata la mobilitazione. E, spontaneamente, in tanti si sono dati appuntamento a Potenza.

Altre iniziative, a Roma o nella città in cui è incarcerato Vittorio Emanuele, presto verranno studiate. Intanto, il presidente dell'Istituto, il capitano di Vascello Ugo D'Atri, spiega che secondo lui "la vicenda sarà oggetto di interrogazione parlamentare e si sgonfierà nel giro di poco". Dato che è fuor di dubbio - le guardie ne sono convinte - "l'assoluta estraneità ai fatti di un uomo esiliato all'età di nove anni solo per il nome che porta".

(Repubblica)


  3 Commenti
 
 
 
Cronaca : Vittorio Emanuele, sono innocente Stampa la pagina |
Inviato da : Admin  Sabato, 17 Giugno 2006 - 15:36
News
Lo ha detto ai suoi legali nel carcere di Potenza

(ANSA) - ROMA, 17 GIU- 'Sono innocente, assolutamente innocente, estraneo a tutte queste accuse che mi sono rivolte': cosi' Vittorio Emanuele di Savoia. Secondo quanto si e' appreso, il principe si e' rivolto cosi' questa mattina, in una saletta del carcere di Potenza, ai suoi legali, Donatello Cimadomo e Piervito Bardi, che ha incontrato per circa mezzora.




  3 Commenti
 
 
 

 

Loghi, marchi e fotografie in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori e il resto, se non diversamente indicato, © 2001-2013 GdO NOTIZIE.
Sito creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP e rilasciato sotto la licenza GNU/GPL - Vedi Crediti.